Coste dell'isola d'Ischia

Il Castello Aragonese

Luna a Sant'Angelo

I fuochi di Sant'Anna

Il Castello Aragonese

Forio d'Ischia

La Chiesa del Soccorso

La Festa di Sant'Alessandro

Il Castello Aragonese

Ischia Ponte

La Chiesa del Soccorso

La Baia di San Francesco

Forio d'Ischia

Il Borgo di Sant'Angelo

La Festa di Sant'Anna


L'Isola d'Ischia

L'isola d'Ischia è la maggiore delle isole dell'arcipelago campano con una superficie di 46 kmq ed uno sviluppo costiero di 34 km. Dista dalla costa napoletana circa 18 miglia e raggiunge nel suo punto più alto, il monte Epomeo, 788 metri sul livello del mare. Ha una popolazione residente di circa 61.000 abitanti (densità di 1318 ab/km quadrato) suddivisa in sei comuni: Ischia, Forio, Barano, Casamicciola, Serrara Fontana e Lacco Ameno. Questo numero di abitanti la rende la terza isola più popolosa d'Italia dopo la Sicilia e la Sardegna.

Il clima è temperato mediterraneo con moderata escursione: la temperatura media annua è di 17°C con un minimo di 7°C in gennaio - febbraio e un massimo di 30°C in luglio - agosto. Data la sua posizione geografica, l'isola è molto soggetta ai venti: d'inverno sono frequenti il libeccio, il ponente-libeccio e lo scirocco; in primavera ed estate, invece sono più frequenti la tramontana e il grecale. L'isola d'Ischia fu chiamata dai Greci "Pithekussai", "isola delle scimmie" con allusione ai Cercopi abitatori delle terre vulcaniche o più probabilmente "isola dei vasi" con allusione alla lavorazione dei "pithoi", i vasi di terracotta. I Romani la nominarono "Aenaria" da "aheno", ad indicare la lavorazione dei metalli. L'attuale denominazione risale all'Alto Medioevo e deriva da "insula" da cui Iscla e poi Ischia.

Uno strumento utilissimo per essere sempre aggiornato sull'isola d'Ischia è l'App Gratuita per Smartphone e Tablet Ischia Mobile scaricabile dal sito www.ischiamobile.it .