Metamorphosis i miti, i luoghi, la memoria - A Villa Arbusto Lacco Ameno d'Ischia

Metamorphosis i miti, i luoghi, la memoria - A Villa Arbusto Lacco Ameno d'Ischia

Metamorphosis i miti, i luoghi, la memoria
Villa Arbusto, Lacco Ameno
teatro, musica, cinema, arte, archeologia
3 luglio / 11 settembre 2016


La collezione archeologica del Museo di Villa Arbusto è un archivio della memoria, dove recuperare l’origine di consuetudini e tradizioni, come quelle della pesca e della navigazione, della viticoltura e della convivialità, le cui tracce permangono e si trasformano nel tempo fino a definire ancora oggi l’insieme della nostra identità culturale nei suoi aspetti di eccellenza.
La “metamorphosis”, che dà il titolo al programma, è trasformazione, passaggio da una forma all’altra, archetipo mitico e soggetto privilegiato, nella letteratura così come nel cinema, per indagare la natura dell’uomo nella sua complessità.
Con il termine “metamorphosis” si vuole anche alludere alla varietà dei linguaggi espressivi - il teatro, l’arte e la musica – che concorrono a riguardare il mondo classico, rappresentato dallo straordinario patrimonio storico-artistico del Museo, con una sensibilità contemporanea, in un dialogo suggestivo tra passato e presente.

IL PROGRAMMA

3 luglio, 24 luglio, 14 agosto ore 21.00
LE METAMORFOSI di Ovidio Spettacolo teatrale

Musiche di Antonio Monti
Le metamorfosi, nel mito, nascono sempre da un sentimento: si cambia per esaudire il proprio desiderio o per compiere quello di qualcun altro: così ogni amore finisce per somigliare a una condanna e ogni castigo può mutarsi in dono; l’universo è un continuo divenire che esclude il caso, è la forma cangiante di un disegno che non può rivelarsi se non attraverso la fabula che si ripete, mai uguale a se stessa.
All’origine c’è il diluvio, la punizione del dio che gli uomini hanno sfidato con la loro superbia. Sopravvivono un vecchio e una vecchia, Deucalione e Pirra. Essi non possono generare e, obbedendo all’oracolo, lanciano pietre che assumono forme umane. Il mondo si divide. Uomini e donne, su fronti opposti, si guardano, si cercano, si scontrano, si amano, da una pagina all’altra, da un racconto all’altro – il ratto di Proserpina, Orfeo sulle tracce di Euridice, Eco innamorata di Narciso - fino a ritrovarsi ai bordi di una fonte per l’ultima metamorfosi, quando l’elegante pochette, caduta dal taschino di un dandy che ha perso la bellezza, si trasforma in fiore, e viceversa.
I miti: le stagioni del mutamento
Opere di Monica Hernandez
Percorso didattico e informativo: Lettura di opere della collezione archeologica, esemplificative dei miti e delle tematiche proposti nello spettacolo teatrale.


OMAGGIO A LUCHINO VISCONTI
SCUOLA DI STORIA E CRITICA CINEMATOGRAFICA

Il circolo "G. Sadoul" di Ischia, a 110 anni dalla nascita e a 40 dalla scomparsa, onora in Luchino Visconti la figura di uno dei più grandi intellettuali italiani del secolo scorso, che ebbe cara l'isola d' Ischia come luogo ideale di quiete, di riflessione e di lavoro. Al nome di Visconti il circolo "G. Sadoul" ha legato le lezioni della scuola di cinema che, da oltre vent'anni, si tengono sull'isola in collaborazione con l'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli. All'opera di Visconti è dedicato il ciclo di lezioni della scuola 2016, in continuità con gli intenti di Tonino Della Vecchia che alla Scuola di Cinema ha per anni dedicato lavoro e intelligenza.
Luchino Visconti: il cinema e altro
Seminario a cura del Prof. Arturo Martorelli, Istituto Italiano per gli Studi Filosofici
Lunedì 4 luglio Una lunga formazione
Martedì 5 luglio Il neorealismo
Mercoledì 6 luglio Cinema e melodramma
Giovedì 7 luglio Cinema e letteratura
Venerdì 8 luglio Visconti e l'Europa
lunedì 4 /venerdì 8 luglio ore 21.00


17 luglio ore 21.00
LA CASA DI ASTERIONE di Jorge Luis Borges - Spettacolo multimediale

Nella sua opera più celebre, L’Aleph, lo scrittore argentino esplora il mito del Minotauro. La solitudine del mostro assurge a metafora della condizione umana e il labirinto diventa forma visibile dell’impossibilità di comprendere il mondo. L’installazione multimediale moltiplica i linguaggi: intreccia immagini, suoni, racconti. Il binomio identità/alterità evoca figure ai margini dell’umano, epifanie di un universo fantastico che inquieta e seduce con la sua poesia. Il filo di Arianna è il ripetersi di un gesto paziente, il ripetersi di un passo di danza che apre spazi verso l’illusione della libertà.
Ball - Room
Video installazione a cura di The Mother Factory


31 luglio e 28 agosto ore 21.00
LA TRAMA DELLE DONNE - Spettacolo teatrale

Musiche di Daniele Ubjk
Il viaggio di Ulisse è costellato di donne. Sono figure femminili raccontate da uomini, riviste cioè attraverso il filtro delle convenzioni sociali e culturali dell’epoca che le vide nascere.
Lo spettacolo si sviluppa lungo percorsi che si dipanano come fili di una trama sulla quale esercitare la fantasia e l’immaginazione per la tessitura di nuove storie: la finzione della messinscena propone per le protagoniste del mito la verità di una voce contemporanea che risuona per contrasto o in assonanza con i versi del poema omerico.
Elena, Nausica e Penelope sono figure molto diverse tra loro, ma solo in apparenza. Al filo che sospende la donna più bella del mondo a un albero sull’isola di Rodi si sovrappone il filo del telaio, sorvegliato dalla sposa fedele nella reggia di Itaca. Tra le due isole, Scheria è l’orizzonte di un altrove dove l’incontro con il naufrago sigilla per sempre l’adolescenza di Nausica nello spazio bianco dell’assenza.
All’Odissea degli eroi, del giovane Telemaco che diventa uomo e di Ulisse che torna a casa dopo anni di guerra e di mare, si contrappone quella più intima delle donne, che possono raccontare finalmente se stesse, ciascuna con la propria voce.
Roots
Installazione di Bettina Buttgen


7 agosto ore 5.00 del mattino
INNO AL SOLE - Spettacolo teatrale

con Lucianna De Falco
Allestimento Bettina Buttgen
Musiche
Roberto Scotto Pagliara

Una madre cerca sua figlia e vaga per il mondo in una notte che sembra senza fine; un viaggiatore sale sulla montagna alla scoperta di grotte e case abbandonate, per trovare un dirupo sul quale far risuonare potente una risata di pura gioia; su una barca in mezzo al mare un giovane veglia in attesa dell’alba, mentre dal buio affiorano creature misteriose, protagoniste di mille racconti: le sirene che spalancano abissi di ineluttabile bellezza e il bestiario sognato nelle stagioni di pesca lontano da casa, in altri mari. Come in un rituale senza tempo s’intrecciano storie intorno al fuoco: il mito di Demetra e il tempo ciclico delle stagioni, il diario ischitano di Norman Douglas e la solitudine delle ore trascorse durante la pesca notturna. Quando il sole sorge, ogni cosa rinasce, e i versi dell’antichissimo salmo di Akhenaton accompagnano il nuovo giorno in tutto il suo fulgore.
Percorso didattico e informativo: L’arte della pesca e della marineria, da Pithecusa a Aenaria, sulle tracce di un’antica tradizione.
Al termine dello spettacolo sarà servita una colazione a cura dell’Albergo della Regina Isabella

21 agosto ore 21.00
METAMORFOSI E CINEMA

Non si accarezzano gatti, si diventa pantere.
Il personaggio mutante nel fantastico di Jacques Tourneur
Incontro con il Prof. Francesco Ballo, Accademia di Belle Arti di Brera

4 settembre ore 21.00
OMAGGIO AD ANGELO RIZZOLI

Metamorfosi e luoghi.
Ignazio Gardella a Ischia
Incontro con il Prof. Fabio Mangone, Università degli Studi di Napoli
Introduce la Prof. Ilia Delizia, Circolo Georges Sadoul, Università degli Studi di Napoli


6 settembre ore 21.00
METAMORFOSI E CINEMA

Una farfalla di celluloide.
Metamorfosi del cinema italiano 1930-1950.
Incontro con Luigi Paini, critico cinematografico Sole 24 Ore


11 settembre ore 21.00
DI VINO, DI MARE E DI ZOLFO - Spettacolo teatrale

Musiche di Antonio Monti
Contributi audiovisivi a cura di Radiotreccia tv
Lo spettacolo è un omaggio ai Fratelli Sanfilippo che, intorno alla metà dell’Ottocento, introdussero a Ischia il metodo della solforazione, salvando così interi vigneti colpiti dalla crittogama. La vicenda è riportata da Giuseppe D’Ascia nella sua monumentale «Storia di Ischia». L’azione drammatica si sostiene sull’intreccio di più linee espressive - la musica, l’invenzione teatrale, sequenze audiovisive, la letteratura di viaggio e la narrazione orale.
Dai versi incisi sulla coppa di Nestore ai canti di Ingeborg Bachmann, l’azione si sviluppa intorno al tema del vino e della vite. Viaggiatori di ieri, strappati alle pagine dei taccuini ischitani di Berkeley, di Nicolovius e dei coniugi Bret Harte, dialogano con i contadini di oggi, attraverso contributi audiovisivi in cui gli ultimi testimoni di una tradizione millenaria raccontano la fatica e la bellezza del rito della vendemmia, la magia di un passato che ci sembra remoto e che invece si rinnova ancora oggi.
Percorso didattico e informativo: La cultura del vino e l’insediamento di Punta Chiarito.
Degustazione di vini ischitani


Spettacoli teatrali
Presso il Museo archeologico di Pithecusae, Villa Arbusto
Ingresso 10 euro
Seminari e incontri
Presso Villa Gingerò, Villa Arbusto
Ingresso libero
Per informazioni e prenotazioni
tel. 342 1860875
metamorphosis.laccoameno@gmail.com

Interpreti
Lucianna De Falco
Marina Ascione
Leonardo Bilardi
Daniele Boccanfuso
Milena Cassano
Domenico D’Agostino
Giovangiuseppe D’Ambra
Irene Esindi
Rosanna Nocera
Roberto Scotto Pagliara
Giulio Cigliano
Davide Cipolletta
Mario Fusco
Stanislao Morgera
Eleonora Onorato
Ilaria Postiglione
Lorenza Romano
Alessandra Toscano

Musicisti
Antonio Monti
Daniele Ubjk
Artisti
Bettina Buttgen
Monica Hernandez
The Mother Factory
Ufficio stampa
Pasquale Raicaldo

Foto
Lucia De Luise
Direzione artistica, regia e drammaturgia degli spettacoli
Salvatore Ronga
Direzione scientifica
Dott. Costanza Gialanella
Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici degli Uffici di Pozzuoli e di Ischia

si ringraziano
Assessorato al Turismo Comune di Lacco Ameno
Albergo della Regina Isabella
Ass. Luca Brandi Onlus per le energie dei giovani
Radiotreccia TV
Federalberghi Ischia

Fonte - Radiotreccia TV

Data Inizio Evento:  03/07/2016 | Data Fine Evento:  11/09/2016

Indirizzo: Corso Angelo Rizzoli 224, 80076 Lacco Ameno
Recapiti Telefonici: Tel. 342 1860875
Email: metamorphosis.laccoameno@gmail.com

Condividi