La scoperta delle terme dell'isola d'Ischia

La scoperta delle terme dell'isola d'Ischia

La riscoperta delle virtù terapeutiche delle acque termali dell'isola d'Ischia - in parte già note ai Greci e ai Romani ma dimenticate per tutto il medioevo - è dovuta al medico e naturalista calabrese Giulio Iasolino che nel 1588 pubblicò il libro De' rimedi naturali che sono nell'isola di Pithecusa, hoggi detta Ischia.

Nell'opera, primo studio sistematico e scientifico della ricchezza termale dell'isola, sono enumerati ben 35 bagni, 19 sudatori e 5 arene calde con relative caratteristiche, proprietà curative e modalità d'impiego. Iasolino fu anche l'ispiratore della pregevole piante topografica (1586) allegata al suo trattato. La mappa, considerata un capolavoro della cartografia, fu realizzata dal viterbese Mario Cartaro, che riuscì a sintetizzare tutte le paculiarità antropiche e naturali dell'isola e, impresa all'epoca non facile, a definirne contorni e distanze con buona approssimazione.

Da quel momento Ischia smise di essere una "vaga espressione geografica" e la sua immagine, circostanza davvero insoita per un luogo così piccolo, fu riprodotta negli atlanti dei maggiori cartografi europei e cominciò a circolare in tutta Europa. Molte antiche e rare mappe dell'isola si possono ammirare a Ischia Ponte presso la libreria Imagaenaria, sede dell'omonima casa editrice che ha ristampato sia il De' rimedi [...] che una pregevole biografia di Giulio Iasolino.

Condividi



Articoli Correlati

  1. L'argilla di Pithecusa, un biofarmaco di tremila anni fa

    I pithecusani avevano imparato ad utilizzare la creta e l'argilla per curare malattie e ritemprarsi nel corpo e nell'anima.

  2. I parchi termali

    Ma ciò che rende Ischia unica al mondo sono i suoi Parchi termali: angoli di paradiso immersi nel verde nei quali le acque termali.

  3. Le acque minerali di San Montano sull'isola d'Ischia

    Alla falda occidentale del Monte di Vico scorre e rampolla l'acqua denominata di San Montano.

  4. Barano un tuffo nelle acque delle ninfe

    Nota fin dall'antichità per il potere terapeutico delle sue acque termali, Barano d'Ischia è adagiata su colline che digradano verso il mare.

  5. Le Fumarole di Sant'Angelo

    Sono davvero particolari due sorgenti isolane: quella delle Fumarole di Sant´Angelo e quella di Sorgeto.

  6. Svariati gruppi termali

    L'isola d'Ischia è oggi famosa soprattutto per le sue terme; da tanti punti del suo territorio sgorgano sorgenti di acqua calda.

  7. Ischia Terme e Benessere

    Nota anticamente come Villa dei Bagni,Ischia Porto,il comune più popoloso dell'isola,vanta molti centri termali annessi a piccoli e grandi alberghi.

  8. Forio le terme tra giardini e mare

    Le terme di Forio sono alimentate da acque clorurato-sodiche termali,indicate per la cura di malattie del ricambio,respiratorie ed endocrinologiche.

  9. Buonopane e la fonte di Nitrodi a Barano d'Ischia

    Attraversata la piazza di Barano, dopo aver percorso una strada in salita tutta curve, si giunge a Buonopane, dove si trova la fonte di Nitrodi.

  10. Il termalismo isolano nell'Ottocento

    Marone offrì ai suoi lettori informazioni storiche sull'isola d'Ischia, unitamente ad una descrizione della situazione sociale della popolazione.