Torre di Monte Vico

Torre di Monte Vico

Superando la piazza di Lacco Ameno, si giunge ai piedi di Monte Vico, sul quale si trova la torre omonima, con funzione di avvistamento e difesa contro le scorrerie dei Turchi. Fu edificata per ordine di Alfonso I d’Aragona, che a partire dal 1445 provvide alle opere di difesa dell’isola istituendo a questo scopo un ufficio per l’esalazione del dazio il cui ricavato serviva al finanziamento della loro costruzione e manutenzione. La torre aveva un ruolo di avvistamento per segnalazioni con il Castello e l’Epomeo e inoltre servì per la difesa, per la qual cosa fu dotata di cannoni. Cessati gli attacchi pirateschi, essa fu abbandonata, per divenire parte del cimitero nel 1868, versando però ancora in condizioni di grave abbandono. E’ stata restaurata a partire dal 1971.
Fonte – Ischia natura, cultura e storia – Edizioni Imagaenaria


Condividi



Luoghi Correlati

  1. Torre di Nacera

    Situata nei pressi del quartiere di Monterone, in via Cava del Cerriglio, la Torre di Nacera è di pianta quadrata ed è risalente alla seconda metà del XVI secolo.

  2. Torre di Baiola

    Risalente alla seconda metà del XVI secolo, questa torre si trova affacciata sulla strada comunale di Baiola, poco fuori dal centro abitato di Monterone.

  3. Torre Costantina

    Situata sempre in questa zona popolare di Forio, a circa 100 metri dalla Torre di Casa Patalano proseguendo verso l´interno, questa torre a pianta circolare si eleva su un basamento di tufo.