Torri

Dalla seconda metà del '400 e per tutto il secolo successivo, le scorrerie di pirati turchi e tunisini misero a dura prova la vita degli abitanti dell'isola d'Ischia, pertanto, quando, nel 1563, un'ordinanza della Regia Corte di Napoli prescrisse l'approntamento di torri marittime a difesa dei litorali, gli ischitani si erano già dotati di complessi dispositivi difensivi.

Prova ne sono, sia il nome di alcune località - Pietra del Turco, Guardiola, Sentinella, Bastia - che riecheggia l'originaria funzione, punto d'avvistamento o nascondiglio, che le stesse avevano e sia le numerose torri disseminate sul territorio, nate per iniziativa privata e preesistenti al decretro regio. Tra quelle rimaste in piedi, o dove è possibile individuarne i resti, ricordiamo, a Ischia Ponte, le torri Guevara e Tuttavilla; le torri, tutte aragonesi, di Testaccio, Lacco Ameno e Sant'Angelo; e, confuse nel tessuto urbano di Forio, oltre al Torrione, le torri Costantina, Quattrocchi, Milone e Casa Patalano, più distanti dal borgo sono invece il Torone, la Torre Nacera e quelle di Baiola e del Cierco.

Il Torrione

Il Torrione è la torre più grande e famosa di Forio; la sua costruzione risale agli ultimi anni del XV secolo, quando si rese necessario difendere la zona del porto.

Torre Casa Patalano

Risalente alla fine del XVI secolo, la torre Casa Patalano si trova in una traversa di via Cardinale Lavitrano, in una zona popolare ai ridossi del centro e in posizione elevata.

Torre Costantina

Situata sempre in questa zona popolare di Forio, a circa 100 metri dalla Torre di Casa Patalano proseguendo verso l´interno, questa torre a pianta circolare si eleva su un basamento di tufo.

Torre di Baiola

Risalente alla seconda metà del XVI secolo, questa torre si trova affacciata sulla strada comunale di Baiola, poco fuori dal centro abitato di Monterone.

Torre di Corso Umberto

La torre di Corso Umberto è stata costruita nella seconda metà del XVI secolo, domina il corso principale del paese, ha una pianta quadrata e si dispone su tre piani.

Torre di Michelangelo

La Torre di Michelangelo è una casa turrita edificata su quel tratto della costa orientale dell'isola che prospetta sul Castello d'Ischia.

Torre di Monte Vico

Superando la piazza di Lacco Ameno, si giunge ai piedi di Monte Vico, sul quale si trova la torre omonima, con funzione di avvistamento e difesa contro le scorrerie dei Turchi.

Torre di Nacera

Situata nei pressi del quartiere di Monterone, in via Cava del Cerriglio, la Torre di Nacera è di pianta quadrata ed è risalente alla seconda metà del XVI secolo.

Torre di via Morgera

Risalente al XVI secolo, la torre di via Morgera domina l´abitato del Cierco, quartiere popolare di Forio a cui si accede da via Roma.

Torre di via San Vito

Attaccata quasi alla chiesa di San Vito, questa torre fu costruita nella seconda metà del XVI secolo per difendere il quartiere sorto attorno alla chiesa.

Torre di vico Schiano

Situata nel quartiere di Cierco, alle spalle della chiesa di San Carlo, questa torretta a pianta circolare dagli esterni ricoperti da piccole pietre tufacee fu realizzata nella prima metà del XVI secolo.

Torre Medievale di Testaccio

Questa torre costruita alla fine del XV secolo serviva come torre di avvistamento agli abitanti dell´antico casale di Testaccio.

Torre Torone

Situata nei pressi della Chiesa di San Vito, la torre Torone si eleva su un enorme blocco di tufo che domina il tratto di costa a ridosso della baia di Citara.