Torre di Michelangelo

Torre di Michelangelo

Tra i luoghi storici caratteristici dell'Isola d'Ischia la Torre, situata di fronte al Castello Aragonese e vicino agli scogli di Sant'Anna - sito archeologico, oggi sommerso, della colonia romana di Aenaria -, è sicuramente, se non il più bello, almeno uno dei più legati alle leggende. Già la memoria della sua edificazione è incerta. Alcuni la attribuiscono a don Giovanni De Guevara nominato da Alfonso I d'Aragona Cavaliere del Re altri a Francesco De Guevara duca di Bovino nominato Governatore dell'isola da Carlo V. Di sicuro la Torre di Michelangelo è stata edificata alla fine del 1400 oltre che per esigenze abitative anche per funzioni di difesa. Il poeta Boccaccio ne sfiora le mura di cinta che la difendevano - oggi appena visibili - quando parla di una sorgente di acqua, oggi scomparsa, nella Giornata V del suo Decameron. Anche il nome della costruzione ha in sé qualcosa di leggendario. Per tutti ora Torre di Michelangelo per la presenza nel Castello Aragonese di Vittoria Colonna, moglie di Francesco Ferrante d'Avalos, che sembra abbia attirato il grande artista a dimorarvi, è conosciuta anche come Torre di Guevara - dagli originari proprietari - o Torre di Sant'Anna - dalla omonima chiesina ubicata nelle vicinanze. Nel piano nobile e nelle scale della Torre, disposta su tre piani, ci sono degli interessanti affreschi il cui restauro viene realizzato dalla Scuola di Restauro dell'Università di Dresda su iniziativa del Circolo Georges Sadoul - Istituto Italiano per gli Studi Filosofici - con la collaborazione del Comune di Ischia, della Provincia di Napoli e della Soprintendenza per i Beni e le Attività Culturali. La Torre viene oggi utilizzata per importanti attività culturali ed esposizioni d'arte come quelle avvenute nel 2003 delle opere di Arnaldo Pomodoro e nel 2006 di Hidetoshi Nagasawa.

Simone Cicchi - ischiasky.it

Indirizzo: Via Nuova Cartaromana, 80070 Ischia

Condividi




Scegli il tuo Hotel nel Comune di Ischia




Luoghi Correlati