Chiesa Maria SS. Madre della Chiesa

Chiesa Maria SS. Madre della Chiesa

La nuova Chiesa comprende la parte superiore dedicata alla vita spirituale, mentre quella inferiore è destinata alla vita comunitaria e sociale con lo scopo di facilitare lo stare insieme, e la formazione spirituale e umana dei fedeli, in locali creati per lo svolgimento di attività sia a carattere religioso e sociale, che accolgono tutti, compresi coloro che vengono per convegni o incontri di vario genere. In questo modo si tenta di sopperire alle esigenze della comunità locale.
Le opere d'arte sono state realizzate dal CENTRO AVE ARTE , International art center, di Loppiano (Firenze) costituito da una equipe di artisti, architetti e designers di varie nazioni con esperienze professionali nel campo della ristrutturazione e progettistica di nuove chiese, cappelle ed edifici privati. L'insieme delle aperture presenti nel perimetro della chiesa ha suggerito la realizzazione di vetrate artistiche che "colorano" la luce avvolgendo e dando forza unitaria a tutto l'ambiente. Sul lato sinistro il vortice dei colori esprime la luce, il fuoco e líamore del Paradiso e le linee continue esprimono il cammino della natura, del creato e dell'umanità verso l'Eucarestia. Sul lato destro spicca l'ampia vetrata del Battistero, con tratti essenziali e dinamici di luce e fiamma nella vivace policromia, esprime lo Spirito Santo sotto forma di colomba. Il Presbiterio è stato studiato nel suo insieme puntando a dare sacralità e solennità allo spazio. L'altare, in un unico blocco di pietra trani, è posizionato in sede centrale rispetto all'intera area.


Indirizzo: Via Giuseppe Garibaldi, 80070 Barano d'Ischia
Recapiti Telefonici: 081-902946

Condividi



Luoghi Correlati

  1. Chiesa di S. Michele Arcangelo

    La chiesa di S. Michele Arcangelo è sorta a metà del XIX secolo. Gode di una posizione incantevole tra le collinette di Sant'Angelo e la baia dei Maronti.

  2. Chiesa di S. Maria di Loreto

    La chiesa di S. Maria di Loreto è stata edificata all'inizio del XIV secolo, fu ampliata nel '600, e nel corso del '700 fu costruito sia il campanile che l'altare maggiore.

  3. Chiesa di S. Maria al Monte

    La chiesa di S. Maria al Monte risale al XVII secolo e nel 1930 fu abbandonata. Successivamente un ex monaco dell'Epomeo ne volle a tutti i costi ripristinare il culto.