Procida e Ischia colori e luci nelle isole fra i vulcani

Procida (con l'isolotto di Vivara) e Ischia costituiscono l'arcipelago delle isole flegree. Accomunate dalla bellezza dei paesaggi e della natura vulcanica del terreno, sono tuttavia diversissime. Procida meno frequentata dai turisti, è più misteriosa e schiva. La sua dimensione fuori dal tempo ha ispirato molti scrittori, da Alphonse de Lamartine a Elsa Morante, che hanno ambientato qui romanzi celebri; più di recente, è stata scelta per girarvi alcune scene de "Il Postino", l'ultimo film di Massimo Troisi. Il cuore dell'antica isola è Terra Murata: nucleo del centro abitato, racchiuso da mura imponenti, baluardo contro le incursioni dei pirati. nel punto più alto, a 100 metri d'altezza, il Castello d'Avalos domina sull'isola e l'abbazia di San Michele si presenta come uno scrigno prezioso,, che custodisce dipinti, sculture e arredi sacri della sua storia ormai millenaria. Incantevoli Marina di Sancio Cattolico, con le sue fila di case ad arcate a ridosso del mare, i borghi di Marina della Corricella, con le tipiche case dei pescatori disposte a gradoni, e della chiaiolella.

Ischia, l'antica Pithecusae fondata dai greci, è una meta notissima del turismo internazionale, che deve il successo alla varietà dei luoghi e al suo straordinario patrimonio termale. L'isola verde offre splendidi angoli di vegetazione, giardini e vigneti, e tutte le attrezzature turistiche per passare una vacanza in comppleto relax. La prima piacevole scoperta è il suggestivo approdo di Ischia Porto. Caratterizzata da case ad arconi che ricordano l'antico borgo dei pescatori e dalla chiesa dell'Assunta, Cattedrale dell'isola, la vicina Ischia Ponte ospita il Museo del Mare, e soprattutto il monumento-simbolo dell'isola: il Castello Araognese. Costruito nel '400, è una cittadella-fortezza con chiese, carceri, giardini, il Museo degli attrezzi di tortura e delle armi antiche, e offre strepitose vedute panoramiche dalle sue terrazze. A Lacco Ameno, nel Museo Archeologico di Pithecusae (nella bellissima Villa Arbusto) vi è ampia testimonianza del primo insediamento greco. Forio conserva la suggestione del suo tracciato medievale definito da stradine strette e da alcuni edifici del '400: il Torrione e il santuario della Madonna del Soccorso. Qui sorge anche la villa di Luchino Visconti, la Colombaia, che oggi ospita un museo dedicato al regista e uno splendido parco.

Fonte: Regione Campania Assessorato al Turismo e ai Beni Culturali

Condividi