Passaggi e Sentieri a Forio d'Ischia

La verde collina del Monte di Panza, alta 140 mt., è una delle più belle della frazione Panza del Comune di Forio. Dalla sommità, spaziando con lo sguardo, a 360° e da nord a sud si possono ammirare in ordine: Santa Maria del Monte, Bocca di Serra, Pietra dell'Acqua, Serrara, Monte Vezzi, Monte di Barano, Monte Cotto, un piccolo tratto della spiaggia dei Maronti e ancora Sant'Angelo, Succhivo con all'orizzonte la penisola sorrentina e l'azzurra Capri; Panza Centro, la calda Baia di Sorgeto, l'incontaminata Baia della Pelara e all'orizzonte l'isola di Ventotene ed infine la rigogliosa collina della Cima alta 193 metri. Una particolarità è che d'inverno il sole tramonta proprio in corrispondenza della baia della Pelara. Una pietra sulla collina detta "Pietra del Morto" ci ricorda che in loco furono seppelliti le vittime del tristemente famoso terremoto del 1883. Fino agli anni 50, si coltivavano la vite, le lenticchie, l'orzo e come in tutte le campagne isolane tra le viti si trovavano fave, piselli, pomodori, opportunamente e sapientemente riparati dalle "marrasche", frangivento fatto con le fascine dei rami della potatura delle viti.

In seguito la parte superiore della collina è stata abbandonata dai contadini a favore di zone più raggiungibili e più fertili lasciando che la natura prendesse il sopravvento con le piante pioniere della macchia mediterranea: cisto, ginestra, mirto, lavanda selvatica...A primavera è possibile trovare due particolari orchidaceae: Si ricorda a tutti che le orchidee sono protette. Venite a scoprire questo naturale angolo dell'isola dell'isola d'Ischia.

Fonte:Panza - Isola d'Ischia [www.prolocopanzaischia.it]

Condividi