La Casina Reale sull'isola d'Ischia

In Piazza Antica Reggia, dove anticamente si trovava il bosco dei Polverini, cosiddetto dal nome dei proprietari, acquistato nel 1648 dai Buonocore, si incontra la Casina Reale, oggi Stabilimento Militare. Nel 1735 il protomedico del re Francesco Buonocore, uomo di vasta cultura e stimato studioso, decise, dopo aver acquistato quasi tutta la collina, di farvi erigere un palazzo. Il progetto fu curato dall'architetto Luigi Oberty, che realizzò un elegante e sobrio edificio a pianta rettangolare, decorato all'esterno da un parametro murario a finto bugnato. All'esterno vi è un'imponente scalinata che contribuisce a conferire un carattere monumentale alla struttura. Buonocore arredò riccamente gli ambienti del palazzo, facendone una residenza degna di ospitare la famiglia reale. Ed infatti la palazzina era molto amata da Ferdinando IV, anche per la sua vicinanza col lago, dove egli si dilettava a cacciare. Morto Francesco Buonocore, la proprietà passò a suo nipote don Crescenzo Buonocore, che fu costretto a fare dono della Casina al re, inclusa, tra il 1785 ed il 1786, tra "le delizie del Regno".

L'ambita acquisizione della proprietà da parte di Ferdinardo IV non comportò tuttavia nessuna sostanziale modifica dell'edificio, che invece fu ulteriormente ingrandita dal suo successore Ferdinando II, il quale volle allargare lo stradone d'accesso e dotare la residenza di altri ambienti di servizio. Con la caduta dei Borbone, la villa fu spogliata del suo magnifico arredo e danneggiata, per divenire poi proprietà del Demanio. Nel 1865 fu trasformato in stabilimento balneo-termo-minerale, riservato al personale militare. L'edificio è stato recentemente restaurato. Il giardino della Casina fu sistemato dal giardiniere di corte e botanico Giovanni Gussone. Proseguendo verso sinistra, si entra nel cuore commerciale di Ischia attraverso Corso Vittoria Colonna e Via Roma, da dove si dipartono una serie di traverse che congiungono la strada principale con il lido. Per coloro che vogliono fare acquisti, la strada offre una serie ininterrotta di eleganti negozi.

Fonte - Ischia Natura, cultura e storia - Imagaenaria Editore

Condividi