Il Corsaro Nero

Girato: nel 1936, Italia. Tratto dall´omonimo romanzo di Emilio Salgari

Regia: Amleto Palermi.

Attori: Ciro Verratti, Guido Celano, Silvana Jachino, Ada Biagini, Nerio Bernardi, Cesco Baseggio, Checco Durante, Alfredo De Sanctis, Silvio Bagolini, Augusto Bandini, Renato Bonatti, Renato Caizzi, Roberto Cappella, Sergio Carmignani, Piero Carnabuci, C. Conti, Romolo Costa, Olinto Cristina, Eugenio Duse, Fausto Guerzoni, Alfredo Martinelli, Leone Papa, Diego Pozzetto, Alessandra Varna.


Trama

I fratelli Ventimiglia - il Corsaro Nero e il Corsaro Rosso - battono i mari delle Antille contro il Governatore di Maracaibo. Ucciso dal Governatore il Rosso, il Corsaro Nero decide di saldare definitivamente la tragica partita assaltando Maracaibo. Durante la navigazione cattura un galeone spagnolo a bordo del quale si trova, sotto altro nome, la figlia del Governatore. Il Corsaro è preso dalle grazie della fanciulla, ma quando scopre la sua identità l´abbandona in mare su di una scialuppa. La fanciulla viene salvata e ricondotta a Maracaibo, dove viene a sapere, dallo stesso Governatore, di essere solo sua figlia adottiva. E´ così possibile al Corsaro sposarla quando, dopo un furioso combattimento, egli espugna Maracaibo e uccide il Governatore (da cinematografo.it). In una cronaca d´epoca si legge: «Isolani e forestieri hanno avuto una eccezionale sorpresa. Nel porto d´Ischia si erano saldamente ormeggiate due maestose navi antiche artisticamente decorate. Una appartenente alla flotta spagnola del 1600, l´altra appartenente ad una banda di corsari. Un centinaio di losche figure di corsari, dopo aver preso possesso dei locali dell´Ufficio del Forestiero per stabilirvi il quartier generale, giravano spavaldamente per il paese. Bianchi, negri, giapponesi, abbronzati dal mare, sguardi irrequieti, volti orribilmente sfregiati, armati fino ai denti con fucili, pistole, sciabole, pugnali, scuri e martelli. Spingevano cannoni e mortai, portavano casse e apparecchi infernali. Isolani e villeggianti guardavano meravigliati quanto accadeva, quasi ricollegavano l´avvenimento con le gesta piratesche dei secoli passati. Dopo qualche ora di smarrimento la calma è tornata a Porto d´Ischia. I pirati venivano solo per girare un grande film italiano, Il Corsaro nero».

La Rassegna di Ischia - www.larassegnadischia.it

Condividi