La zucca dei record e' ischitana

Halloween è ancora molto lontana, ma noi oggi già vi parliamo di zucche...e che zucche...non semplici ortaggi di casa nostra, ma addirittura zucche da guinness dei primati. La zucca dei record infatti è nata in un orto di Fiaiano, grazie alle abili mani contadine del signor Peppe, e alle coccole che quotidianamente il nostro concittadino ha riservato ad essa. La "cocozza" dal canto suo, lo ha ripagato diventando appunto da record, con una circonferenza addirittura di 211 cm. In cosa sono consistite queste coccole? Fin da quando il signor Peppe, quel lontano 19 marzo 2009 alle ore 8:00 del mattino, ha piantato il seme che ha dato pio vita alla zucca da record, l'ortaggio ha avuto quotidianamente acqua ed escrementi di coniglio (nessun altro tipo di concime): "Ogni giorno - ci dice il signor Peppe - gli davo tutte le cure necessarie e appena il tempo si oscurava e veniva sera, la coprivo con un telo pesante ed il giorno dopo quando spuntava il sole la scoprivo al mio risveglio". Sempre il signor Peppe ci ha svelato i segreti per ottenere una zucca così perfetta (grande e sana), quali evitare il contatto dei frutti con il terreno (eventualmente anche con dei teli di plastica neri), scegliere un metodo di irrigazione che non bagni foglie e frutti e non irrigare in prossimità della maturazione. Peccato solo che dei cento semi, che quel mattino di marzo, il nostro amico, aveva piantato nel terreno, solo uno è diventato la zucca che tutti noi possiamo oggi ammirare. Non osiamo neppure immaginare cosa sarebbe potuto accadere, se invece fossero andati avanti più semi... probabilmente il signor Peppe avrebbe dovuto traslocare dal suo terreno, letteralmente "sfrattato" dai suoi ortaggi. E non finisce qui, perchè presto il signor Peppe dovrà recarsi in Cina, dove la sua zucca, dovrà vedersela con altre zucche provenienti da tutto il mondo e qui sarà eletta addirittura la "cocozza" più grande al mondo (attualmente il record mondiale, lo detiene il "re della zucca", al secolo Howard Dill, della Nuova Scozia, nelle Americhe, con una zucca che pesa quasi 700 kg). E pensare che tutto è nato da un semplice semino gettato nella terra della nostra fertile e soleggiata Ischia. E poi dicono che gli orti di Ischia non sono miracolosi.

Fonte:Motty - www.ilgolfo.it

Condividi