Valerio Sgarra protagonista sul Castello Aragonese di Ischia

Il conto alla rovescia è quasi terminato: domani alle ore 21, l'antica cattedrale dell'Assunta del castello Aragonese ospiterà la presentazione performativa di "Serenate a mano armata", la prima autobiografia non autorizzata della storia, un libro che racchiude la vita di un personaggio particolare, quello di Saverio Maria Incantacessi, forse un alter ego o uno che ha una vita molto simile a quella dell'autore; prima bambino tra le vie di Napoli e Bagnoli, sognando di vivere dando i calci ad un pallone, poi militare lontano dalla città partenopea e poi ancora in città, in compagnia di una chitarra. L'autore del libro è Valerio Sgarra, il celeberrimo cantattore della Riva Destra. Fermo sul suolo ischitano da qualche anno, nel 2012 ha iniziato la stesura di questo libro. Sono soprattutto la musica e l'ironia ad attraversare i capitoli del libro, una lettura realistica e piacevole di cui si avrà un primo assaggio nel primo quadro della serata di martedì; Gianluca D'Agostino interpreterà il monologo tratto da "Notte, sera e matina" tratto dall'omonimo capitolo del libro, probabilmente il più intimo dove sono racchiusi gli anni cruciali della vita del protagonista. A seguire una breve discussione sul libro con il giornalista Ciro Cenatiempo, e l'autore che, nel terzo quadro della serata presenterà un recital di quindici anni di canzoni inedite dal titolo "Serenate disarmanti".

Fonte - Il Golfo